Una poltrona per due, esiste un sequel: l’hanno visto tutti, ma nessuno se ne è accorto (VIDEO)

In un film successivo di Landis c’è una sorta di conclusione definitiva di Una poltrona per due. La scena l’hanno vista tutti.

Una poltrona per due ormai è diventato in Italia un vero e proprio cult delle vacanze natalizie. La pellicola in questione è diventata così famosa nel nostro Paese grazie soprattutto alla programmazione di Italia 1 che ogni anno, la notte del 24 dicembre, trasmette questo film. Il primo passaggio è datato addirittura 1996, sono quindi 28 gli anni consecutivi di trasmissione in quella data.

Una poltrona per dure, esiste un sequel: l'hanno visto tutti, ma nessuno se ne è accorto
Eddie Murphy e Dan Aykroyd (ANSA) – Nomadfilm.it

Il film è diventato famoso anche perché è l’esordio in una grande produzione americana da parte di Eddie Murphy, che negli anni successivi diventerà una vera e propria stella della commedia made in USA.

Alle spalle di Una poltrona per due però c’è manco a dirlo quel genio indiscusso di John Landis. In particolare si ricordano Un lupo mannaro americano a Londra, Animal House, The Blues Brothers e tanti altri.

Il principe cerca moglie sequel di Una poltrona per due?

Landis negli anni ’80 era ormai diventato un’istituzione come regista e sceneggiatore al punto di stregare anche il re del pop Michael Jackson, che dopo aver visto Un lupo mannaro americano a Londra decise di coinvolgerlo per il video di Thriller, forse la clip di una canzone più famosa della storia della musica.

Negli anni Landis ha costruito un vero e proprio sodalizio artistico con Eddie Murphy dirigendolo anche in altri film. Uno in particolare però può considerarsi una sorta di sequel spirituale di Una poltrona per due e si tratta de Il principe cerca moglie.

All’interno del film Landis ha giocato molto sulla cosa facendo intendere che la storia del principe si svolga nello stesso universo cinematografico del cult natalizio. Durante una scena, infatti, Murphy, mentre passeggia regala dei soldi a due senzatetto.

I due, manco a dirlo sono gli stessi attori che in una Poltrona per due interpretavano i fratelli Duke. Uno chiama l’altro Randolph proprio come nel film con Dan Aykroyd e asserisce al fatto che finalmente i loro guai sono finiti dando una sorta di lieto fine anche ai due antagonisti di Una poltrona per due, che sul finire di quel film finivano sul lastrico.

Impostazioni privacy