Sostanza tossica in molti prodotti: sono coinvolti marchi famosi, ritiro immediato

Tantissimi prodotti di marchi famosi che si trovano nei negozi e al supermercato sono oggetto di controlli continui, perché contengono una sostanza genotossica.

Il “caso lilial”, com’è stato chiamato a seguito della gravità della situazione, continua a svilupparsi. Dalle prime segnalazioni da parte del sistema di allerta rapido europeo, Rapex, ad oggi cresce il numero di prodotti che continuano a risultare illegali.

cos'è il lilial
Attenzione alle etichette dei prodotti per l’igiene e bellezza – Nomadfilm.it

La storia nasce di lontano, quando ci fu un maxi sequestro di shampoo, bagnoschiuma, deodoranti e altri prodotti per l’igiene e bellezza, perché contenevano una sostanza genotossica negli ingredienti.

Questa sostanza in etichetta si trova on la dicitura Buthylfenil Methylpropional (BMHCA), un nome strano che ai più non dice niente, ma si tratta di un ingrediente vietato dal 2022. Questo ingrediente serve a dare la profumazione al prodotto, ma è stato scoperto che è altamente tossico.

Dove si trova il lilial e quali marchi sono coinvolti?

Il Buthylfenil Methylpropional (BMHCA) detto anche “lilial” si trova, purtroppo, in decine di prodotti di bellezza e igiene di molti marchi famosi.

marchi famosi lilial ingredienti
Sono tantissimi i prodotti coinvolti nel caso lilial – Nomadfilm.it

Periodicamente esce una lista dei prodotti segnalati e che vengono ritirati dai negozi o supermercati. Anche se le aziende sanno che la sostanza è vietata probabilmente non hanno evitato che i prodotti ancora contenenti la sostanza genotossica circolassero sul mercato. Probabilmente anche i commercianti non sanno o non considerano questo “piccolo dettaglio” e continuano a esporre a scaffale i prodotti.

Anche se si tratta di vecchi prodotti, dunque, significa che siamo di fronte a un pericolo per la salute umana su cui non è stato fatto abbastanza. Le segnalazioni continuano e l’unico modo per tutelarsi è quello di leggere bene le etichette dei prodotti che mettiamo nel carrello, per scongiurare la presenza del Buthylfenil Methylpropional (BMHCA).

Per chi non avesse mai sentito parlare di questo pericolo, ricordiamo che i marchi famosi coinvolti sono davvero tantissimi: Garnier, Nivea, Pantene, Perlier, Neutro Roberts, Nivea, Vida, Tesori d’Oriente sono solo alcuni di essi. Dunque si tratta di prodotti che troviamo tutti i giorni nei negozi e nei supermercati, molto noti, e probabilmente l’allarme sarà ancora attivo per diverso tempo, fino a che i prodotti non verranno tutti sequestrati.

Dunque il consiglio è quello di controllare attentamente ogni prodotto di bellezza che si vuole acquistare:

  • deodoranti spray o roll-on, shampoo, shampoo antiforfora, balsamo, maschere per capelli, creme idratanti, profumi, mousse per capelli, creme per mani e unghie, oli corpo o capelli, colonie.

In tutte queste tipologie di prodotti può trovarsi ancora l’ingrediente tossico, che ripetiamo è indicato in etichetta col nome Buthylfenil Methylpropional, e dunque non vanno assolutamente acquistati.

Impostazioni privacy